Buatta, contenitore di news

* INFO COOKIES - GDPR *

❌ Informazioni
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Carcere per "Revenge porn" sul web, il Senato avvia l'iter per il decreto del M5s

La deputata Giulia Sarti, Movimento 5 StelleNessuna tolleranza per chi diffonde on line foto o video a contenuto sessuale senza il consenso della persona protagonista. E' quanto stabilisce il ddl ad hoc incardinato dal Senato per punire severamente...

Malena rinnega il Pd: "Meglio i film a luci rosse". Tra Renzi, Salvini e Di Maio chi umilia nella sua virilità

La pornodiva Malena si confessa sulle pagine del Tempo. Spiega che con i film a luci rosse ha trovato la libertà: "A me la libertà l'ha data questo lavoro. Sono libera di essere quello che volevo essere". Ex militante del Pd, spiega che con la politica ci riproverebbe: "Se ci fosse una opportunità s

Il muro USA-Messico di Trump lo pagherà il porno

di Cristiano Ghidotti

Messico

La proposta in Arizona: 20 dollari per accedere ai siti porno, col denaro raccolto investito anche per costruire il muro al confine con il Messico.

The post Il muro USA-Messico di Trump lo pagherà il porno appeared first on Punto Informatico.

Facebook annuncia un giro di vite sul rispetto del regolamento da parte di Pagine e Gruppi

di Tom's Hardware per il Fatto

Facebook ha deciso di dare un giro di vite alle Pagine che violano le policy della piattaforma, ossia che pubblicano contenuti in cui si inneggia all’odio e alla violenza, e con testi o immagini riferibili a molestie, bullismo e pornografia. Nel mirino anche le Pagine di supporto o elogio a persone o eventi a cui non è permesso essere su Facebook. Inoltre, la piattaforma di Mark Zuckerberg ha deciso di inasprire la politica sui “recidivi”. Il riferimento è a quelle Pagine che sono state bloccate (sempre per violazione delle policy), ma i cui gestori ripubblicano gli stessi contenuti in altre Pagine esistenti di loro gestione.

Le novità riguardano più che altro i gestori, ma anche tutti gli utenti, nella misura in cui potrebbe accadere che “spariscano” dei contenuti, delle Pagine o dei Gruppi. Non solo, la stretta si applica anche a Pagine o Gruppi che non hanno violato direttamente le policy di Facebook, ma che riportano i contenuti di quelle che lo fanno.

Le rimozioni saranno trasparenti, grazie a una nuova sezione chiamata “Page Quality“, in cui gli amministratori di un determinato spazio potranno trovare tutti i contenuti che sono stati rimossi e i motivi che hanno portato alla decisione. La valutazione viene fatta da personale indipendente certificato dalla rete International Fact-Checking Network. Nella Quality Page non verranno notificate rimozioni di contenuti come spam, clickbait (titoli fatti apposta per attirare clic e alzare i proventi pubblicitari) e simili.

Foto: Depositphotos

 

Per capire esattamente quali “aree” del social network siano interessate da queste novità, è bene fare un sintetico riepilogo di che cosa sono Profili, Pagine e Gruppi di Facebook. Il Profilo è la vostra pagina personale, o la pagina personale di un amico o parente. La Pagina è una sorta di Profilo, ma fatta da persone, aziende, marchi, enti pubblici e organizzazioni a vario titolo. I Gruppi sono ritrovi virtuali di persone che hanno interessi in comune, legami parentali o lavorativi. I Profili sono esenti dalle novità appena annunciate, mentre sono passibili di restrizioni le Pagine e i Gruppi.

L'articolo Facebook annuncia un giro di vite sul rispetto del regolamento da parte di Pagine e Gruppi proviene da Il Fatto Quotidiano.

Bing ha un problema con la pedopornografia

di Cristiano Ghidotti

Orsetto

Il motore di ricerca mostra immagini e correlati dal contenuto pedopornografico per determinate query: Microsoft al lavoro sulla soluzione.

The post Bing ha un problema con la pedopornografia appeared first on Punto Informatico.

Deepfake, Scarlett Johansson getta la spugna

di Cristiano Ghidotti

Viso

Cercare di contrastare l'impiego degli algoritmi IA per la generazione di fake porn è una battaglia persa: l'amara conclusione di Scarlett Johansson.

The post Deepfake, Scarlett Johansson getta la spugna appeared first on Punto Informatico.

❌