Buatta, contenitore di news

* INFO COOKIES - GDPR *

❌ Informazioni
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 22 Aprile 2019RSS feeds

Catania, droga e armi tra i cavalli nelle campagne di S.G. La Rena: arrestato "custode"

Catania - I Carabinieri di Catania hanno arrestato il 37enne Santo Sicali per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di armi clandestine nonchè di munizioni. I militari hanno eseguito un blitz in un vasto appezzamento di terreno nella zona di San Giuseppe La Rena, v

Meno recentiRSS feeds

Blitz antidroga a Catania, sequestrata cocaina per un valore di 4 milioni di euro e armi: un arresto

Blitz antidroga a Catania, sequestrata cocaina per un valore di 4 milioni di euro e armi: un arrestoCocaina pura per un valore di 4 milioni di euro è stata trovata e sequestrata dai carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante, coadiuvati dallo Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”...

Matteo Salvini, voci su un sms brutale: "I grillini sono delle mer***"

Scontro totale, la crisi di governo si avvicina a tempo record. Tutta "colpa" del caso Armando Siri e della reazione scomposta dei grillini, un fuoco incrociato che Matteo Salvini non può accettare. Tanto da non poter fare altro che paventare la crisi, appunto. Conseguenza logica per tutti, tranne c

Siri indagato, Conte: “Gli chiederò chiarimenti, su etica pubblica questo governo è molto sensibile”

di Lucio Musolino

Non voglio sminuire la gravità di un fatto di corruzione. Il contratto di governo contiene un codice etico in virtù del quale non possono svolgere il ruolo di ministri o sottosegretari coloro che sono sotto processo per fatti gravi e il reato di corruzione è indicato come fatto grave”.
Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine del Consiglio dei ministri tenuto nel pomeriggio a Reggio Calabria, sulla vicenda che riguarda il sottosegretario Armando Siri, della Lega, indagato per corruzione.
“Questo governo ha l’obiettivo di recuperare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni. Per questo è un governo che ha un alto tasso di sensibilità per l’etica pubblica. Siamo di fronte a un avviso di garanzia, non c’è un processo in senso stretto. Chiederò a lui alcuni chiarimenti e all’esito di questo confronto, valuteremo tenendo conto di tutti gli elementi che ho prospettato in premessa”.

L'articolo Siri indagato, Conte: “Gli chiederò chiarimenti, su etica pubblica questo governo è molto sensibile” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Giuseppe Conte, la crisi di nervi contro Salvini: il leghista diserta il vertice con Bonafede

Lo sforzo di Giuseppe Conte di far buon viso al cattivo gioco che si sta consumando alle sue spalle nel governo rischia di finire molto presto, in contemporanea proprio con il suo esecutivo. La situazione di stallo dentro il Consiglio dei ministri è ormai certificata dall'impossibilità di produrre e

❌