Buatta, contenitore di news

❌ Informazioni
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 18 Luglio 2018RSS feeds

Bari, si barrica in casa con un fucile da caccia: i carabinieri fanno irruzione e lo bloccano

di F. Q.

Si era barricato in casa, con un fucile da caccia, dal pomeriggio. Dopo ore di trattativa, il positivo epilogo: una squadra specializzata dei carabinieri è riuscita a fare irruzione nell’abitazione, lo ha immobilizzato e disarmato.

È successo a Palo del Colle, in provincia di Bari. La zia, che conviveva col 40enne, si era rivolta al numero di emergenza sanitaria convinta che il nipote, che soffre di disturbi psichici, si fosse fatto male a una gamba. Ma lui, quando è arrivata l’ambulanza del 118, ha avuto una reazione inaspettata: ha preso l’arma, ha fatto uscire la donna e i paramedici e si è chiuso in casa.

La zona, dopo l’arrivo dei militari, è stata transennata. Il dialogo con l’uomo è durato diverse ore, tanto che due carabinieri lo avevano convinto a farsi aprire la porta. Valutata la situazione, è stato dato il via libera per l’intervento della squadra.

In un primo momento, era stata data la notizia che l’arma fosse scarica. In realtà le forze dell’ordine hanno smentito la ricostruzione, confermando che il fucile era carico e funzionante.

L'articolo Bari, si barrica in casa con un fucile da caccia: i carabinieri fanno irruzione e lo bloccano proviene da Il Fatto Quotidiano.

Roma, lo Stadio Flaminio verso la tutela della Soprintendenza: “Si riconosce il valore dell’opera. Ora il recupero”

di F. Q.

Completare la procedura di tutela per poi avviare la riqualificazione. La Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma porterà a compimento, in questi giorni, l’iter per lo Stadio Flaminio. L’ente pubblico riconosce così il valore dell’opera di Pier Luigi e Antonio Nervi che da anni è in completo stato di abbandono. La proprietà della struttura è di Roma Capitale. “La tutela ha l’obiettivo di un suo recupero secondo criteri di qualità e controllo del processo di restauro, in quanto si garantirà sempre il pieno rispetto del progetto nerviano pur innovandolo e adattandolo ad un utilizzo contemporaneo” ha commentato Daniele Frongia,  l’assessore allo sport, politiche giovanili e grandi eventi cittadini.

“Il Comune prosegue il dialogo con potenziali investitori che potranno ora contare sulle opportunità rese possibili da un piano di recupero nel quale non saranno trascurate le esigenze di aggiornamento funzionale dell’opera, pur conservandone l’uso sportivo originario. Coni (Comitato olimpico nazionale italiano) e Fir (Federazione italiana rugby) hanno manifestato pubblicamente il loro interesse ma vogliono approfondire con noi le implicazioni del vincolo” continua l’assessore. Il programma di conservazione e recupero della struttura sarà presentato a breve in una conferenza stampa indetta dall’Università La Sapienza, con  le associazioni Pier Luigi Nervi Project Association e Do.Co.Mo.Mo. Italia, e con Roma Capitale e la competente Soprintendenza. Il nipote dell’ingegnere, Marco Nervi, sostiene che “la tutela ci permetterà di portare avanti nelle migliori condizioni il piano di conservazione che stiamo elaborando”. Luca Montuori, assessore all’urbanistica di Roma Capitale spiega che questa “è un’occasione importante di riqualificazione di un’area che comprende capolavori di architettura moderna e contemporanea che dialogano tra loro all’interno di una struttura urbana di valore strategico per l’intero quadrante della città: dal Foro Italico all’Auditorium passando per il Maxxi e il Villaggio Olimpico in un contesto naturalistico eccezionale in cui sono ancora leggibili alcuni dei tratti del paesaggio originario della valle del Tevere“.

Lo stadio, progettato tra il 1957 e il 1958 dall’ingegnere Pier Luigi Nervi e da suo figlio Antonio, architetto, venne realizzato in vista della XVII Olimpiade di Roma: i lavori durarono 18 mesi, comprensivi anche della demolizione del preesistente stadio Torino. Da simbolo di modernità e innovazione, negli anni lo Stadio Flaminio è diventato un esempio di incuria: dagli anni ’70 ospitò la nazionale di rugby italiana, per poi cadere progressivamente in disuso.

 

L'articolo Roma, lo Stadio Flaminio verso la tutela della Soprintendenza: “Si riconosce il valore dell’opera. Ora il recupero” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Revocato lo sciopero aereo del 21 luglio, sindacati e Mit: “Accordo su contratti Enav e nuove assunzioni”

di F. Q.

Niente giorno nero per il traffico aereo. Le partenze, e le ferie, di chi aveva programmato di partire sabato 21 luglio sono salve. Lo sciopero dei controllori di volo dell’Enav, indetto dai sindacati, è stato revocato. A dare la notizia, al termine della riunione al Ministero dei Trasporti, è stata la Filt Cgil, che ha spiegato che “è stato siglato l’accordo per il rinnovo della parte economica del contratto dei controllori di volo e del personale amministrativo con aumenti medi sia sulle voci fisse sia su quelle variabili della retribuzione”. Contestualmente all’intesa raggiunta, gli scioperi (uno nazionale e diversi locali) sono stati annullati.

“L’accordo raggiunto che prevede nuove assunzioni di personale entro il 2019 come da noi richiesto – ha spiegato il coordinatore nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito – rappresenta un buon risultato in vista della definizione della parte normativa che avverrà nei prossimi mesi e del rinnovo del contratto collettivo nazionale del trasporto aereo, la cui trattativa si aprirà la prossima settimana per tutte le categorie del settore”.

Soddisfazione anche da parte del Ministero, che in una nota scrive: “Grazie alla mediazione determinante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è stato revocato lo sciopero dei controllori di volo Enav, previsto il prossimo 21 luglio. Impresa e sindacati hanno siglato l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale. Inoltre, l’intervento determinante del Mit ha fatto salire a 80 unità il numero di assunzioni nei servizi di navigazione aerea di Enav per il biennio 2018-2019″.

Gli scali interessati dovevano essere quelli di Roma Fiumicino e Roma Ciampino, Milano, Brindisi, Catania, Cagliari, Lamezia Terme, Padova, Palermo, Reggio Calabria, e Venezia. I lavoratori avrebbero incrociato le braccia dalle 0.00 alle 23.59. I viaggiatori coinvolti, un periodo di inizio (o fine) ferie, sarebbero stati migliaia. Resta, al momento, lo sciopero del trasporto ferroviario indetto dalla sigla sindacale Cat (Coordinamento autorganizzato trasporti) che coinvolge Trenitalia, Trenord e Italo.

L'articolo Revocato lo sciopero aereo del 21 luglio, sindacati e Mit: “Accordo su contratti Enav e nuove assunzioni” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. La corretta esposizione al sole

di F. Q.

La prova costume? Un appuntamento ben più importante di quanto si creda se il tema è vivere la spiaggia e il mare senza rischi. La corretta alimentazione, la digestione, l’esposizione al sole, il saper riconoscere i segnali della fatica e i campanelli di allarme del nostro corpo: ecco i punti cardine di “Estate Sicura”, la nuova campagna della Croce Rossa Italiana che fornisce semplici consigli per vivere la stagione più calda senza rischi per la salute.

Saranno tre brevi spot a veicolare i messaggi della campagna, con protagonisti un papà ‘distratto’, un giovane ‘secchione’ con spiccata attitudine al rimprovero e una soccorritrice OPSA (Operatore Polivalente per il Salvataggio in Acqua) della Croce Rossa Italiana che, di fronte alla disattenzione del papà e all’eccessivo nozionismo del ragazzo, spiega con semplicità le poche regole di comportamento che ci consentono di ascoltare meglio il nostro corpo evitando così serie conseguenze per la salute.

La campagna “Estate Sicura” è anche l’occasione per sottolineare l’impegno e la professionalità con i quali operano gli oltre 13mila operatori OPSA della Croce Rossa Italiana, che proprio quest’anno festeggiano il 25esimo anniversario di attività. Questi anni sono stati caratterizzati da numerosi interventi in occasione di emergenze e calamità quali allagamenti e alluvioni, come gli eventi di Genova del 2011 e 2014, quando furono tratte in salvo moltissime persone, anche grazie all’intervento degli operatori OPSA della Croce Rossa.

Non solo emergenza, però. Oltre alle attività in collaborazione con la Guardia Costiera, gli OPSA sono inoltre impegnati in percorsi inclusivi per le persone con disabilità e nella diffusione di informazioni per la prevenzione, autoprotezione e primo intervento. Collegandosi al sito www.acqua.cri.it sarà possibile accedere a tutti i consigli di “Estate Sicura”, mentre volontari e operatori distribuiranno il materiale informativo della campagna nei luoghi di balneazione.

L'articolo Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. La corretta esposizione al sole proviene da Il Fatto Quotidiano.

Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. Riconoscere i segnali della fatica

di F. Q.

La prova costume? Un appuntamento ben più importante di quanto si creda se il tema è vivere la spiaggia e il mare senza rischi. La corretta alimentazione, la digestione, l’esposizione al sole, il saper riconoscere i segnali della fatica e i campanelli di allarme del nostro corpo: ecco i punti cardine di “Estate Sicura”, la nuova campagna della Croce Rossa Italiana che fornisce semplici consigli per vivere la stagione più calda senza rischi per la salute.

Saranno tre brevi spot a veicolare i messaggi della campagna, con protagonisti un papà ‘distratto’, un giovane ‘secchione’ con spiccata attitudine al rimprovero e una soccorritrice OPSA (Operatore Polivalente per il Salvataggio in Acqua) della Croce Rossa Italiana che, di fronte alla disattenzione del papà e all’eccessivo nozionismo del ragazzo, spiega con semplicità le poche regole di comportamento che ci consentono di ascoltare meglio il nostro corpo evitando così serie conseguenze per la salute.

La campagna “Estate Sicura” è anche l’occasione per sottolineare l’impegno e la professionalità con i quali operano gli oltre 13mila operatori OPSA della Croce Rossa Italiana, che proprio quest’anno festeggiano il 25esimo anniversario di attività. Questi anni sono stati caratterizzati da numerosi interventi in occasione di emergenze e calamità quali allagamenti e alluvioni, come gli eventi di Genova del 2011 e 2014, quando furono tratte in salvo moltissime persone, anche grazie all’intervento degli operatori OPSA della Croce Rossa.

Non solo emergenza, però. Oltre alle attività in collaborazione con la Guardia Costiera, gli OPSA sono inoltre impegnati in percorsi inclusivi per le persone con disabilità e nella diffusione di informazioni per la prevenzione, autoprotezione e primo intervento. Collegandosi al sito www.acqua.cri.it sarà possibile accedere a tutti i consigli di “Estate Sicura”, mentre volontari e operatori distribuiranno il materiale informativo della campagna nei luoghi di balneazione.

L'articolo Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. Riconoscere i segnali della fatica proviene da Il Fatto Quotidiano.

Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. L’importanza della corretta alimentazione

di F. Q.

La prova costume? Un appuntamento ben più importante di quanto si creda se il tema è vivere la spiaggia e il mare senza rischi. La corretta alimentazione, la digestione, l’esposizione al sole, il saper riconoscere i segnali della fatica e i campanelli di allarme del nostro corpo: ecco i punti cardine di “Estate Sicura”, la nuova campagna della Croce Rossa Italiana che fornisce semplici consigli per vivere la stagione più calda senza rischi per la salute.

Saranno tre brevi spot a veicolare i messaggi della campagna, con protagonisti un papà ‘distratto’, un giovane ‘secchione’ con spiccata attitudine al rimprovero e una soccorritrice OPSA (Operatore Polivalente per il Salvataggio in Acqua) della Croce Rossa Italiana che, di fronte alla disattenzione del papà e all’eccessivo nozionismo del ragazzo, spiega con semplicità le poche regole di comportamento che ci consentono di ascoltare meglio il nostro corpo evitando così serie conseguenze per la salute.

La campagna “Estate Sicura” è anche l’occasione per sottolineare l’impegno e la professionalità con i quali operano gli oltre 13mila operatori OPSA della Croce Rossa Italiana, che proprio quest’anno festeggiano il 25esimo anniversario di attività. Questi anni sono stati caratterizzati da numerosi interventi in occasione di emergenze e calamità quali allagamenti e alluvioni, come gli eventi di Genova del 2011 e 2014, quando furono tratte in salvo moltissime persone, anche grazie all’intervento degli operatori OPSA della Croce Rossa.

Non solo emergenza, però. Oltre alle attività in collaborazione con la Guardia Costiera, gli OPSA sono inoltre impegnati in percorsi inclusivi per le persone con disabilità e nella diffusione di informazioni per la prevenzione, autoprotezione e primo intervento. Collegandosi al sito www.acqua.cri.it sarà possibile accedere a tutti i consigli di “Estate Sicura”, mentre volontari e operatori distribuiranno il materiale informativo della campagna nei luoghi di balneazione.

L'articolo Arriva “Estate Sicura”, la campagna della CRI per superare la prova costume. L’importanza della corretta alimentazione proviene da Il Fatto Quotidiano.

❌