Buatta, contenitore di news

❌ Informazioni
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 24 Maggio 2018Esteri

Bbc, Kiev pagò l'avvocato di Trump

'Almeno 400.000 dollari' per organizzare incontro Poroshenko

Bbc, Kiev pagò l'avvocato di Trump

'Almeno 400.000 dollari' per organizzare incontro Poroshenko

Un neofita nelle mani dei populisti. Conte sui media di tutto il mondo

di Democratica

I media internazionali danno ampio risalto all’incarico ricevuto da Giuseppe Conte dal presidente Sergio Mattarella, sottolineando che il nuovo premier italiano in pectore è “poco conosciuto” e guiderà un governo di “populisti” che creerà incertezza sui futuri rapporti con l’Ue.

“I populisti italiani ottengono la luce verde per governare, una nuova minaccia per l’Europa”, titola il New York Times, rilevando che Giuseppe Conte è un “avvocato poco conosciuto e senza esperienza governativa” ed “i critici affermano che sarebbe una pedina dei leader dei partiti populisti” della Lega e dei 5 Stelle. “Mandato ad un neofita della politica”, titola il Washington Post.

Dal Regno Unito la Bbc scrive che “Il presidente Sergio Mattarella ha accettato un neofita politico come primo ministro, aprendo la strada ai due partiti populisti per formare un governo”. E Conte “è stato accusato di aver abbellito il suo curriculum, ma ha negato”. Il quotidiano della City, il Financial Times, rileva che il prossimo premier italiano “guiderà una coalizione di due partiti populisti, tra i timori che vengano messi in discussione in rapporti tra Roma e l’Europa”. Tanto più che “i due partiti euroscettici hanno raggiunto un accordo su una piattaforma comune di politica economica espansiva, freno all’immigrazione e uno spostamento verso il Cremlino in politica estera”.

“Il presidente italiano invita la coalizione populista a formare il governo”, titola il Guardian, sottolineando la preoccupazione dei mercati per una possibile “collisione” tra Roma e Bruxelles sui piani di spesa, e ricordando l’aumento dello spread dei titoli italiani.

Dalla Francia Le Monde scrive che le accuse a Conte di “aver abbellito il suo curriculum universitario hanno alimentato i dubbi sulla scelta di questo accademico senza esperienza politica, soprattutto perché il programma che dovrà attuare preoccupa l’Unione europea ed i mercati finanziari”.

Dalla Germania, la FAZ rileva che “per la prima volta, un membro fondatore dell’UE prende le distanze dalla comunità internazionale”. E “anche se l’Italia è il paese con uno dei piu’ alti debiti pubblici del mondo, i Cinque Stelle e la Lega stanno progettando un massiccio aumento di spesa, abbassando le tasse, introducendo un reddito di base e abbassando ancora l’età pensionabile”

L'articolo Un neofita nelle mani dei populisti. Conte sui media di tutto il mondo proviene da Democratica.

Conte premier incaricato: “Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano”

di Democratica

Giuseppe Conte, indicato da Matteo Salvini e Luigi Di Maio come premier del governo M5s-Lega, è stato incaricato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella di formare il nuovo esecutivo. Il professore, come da prassi, ha detto di aver “accettato con riserva”.

Quello tra Conte, finito nella bufera nei giorni scorsi per le ombre sul suo curriculum, e il Capo dello Stato è stato un lungo faccia a faccia. Sicuramente più lungo rispetto a tutte le altre consultazioni al Quirinale per la formazione del governo nella XVIII legislatura. Fino ad ora i colloqui al Colle si sono protratti per una mezz’ora o poco più. Quello di oggi ha invece raggiunto e superato le due ore.

Uscendo dallo Studio alla Vetrata, il premier incaricato si è rivolto ai giornalisti annunciando l’esito dell’incontro che poco prima aveva anticipato il segretario generale di Palazzo Chigi: “Il presidente della Repubblica mi ha conferito l’incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a portare a compimento l’incarico esporrò alle Camere un programma basato sulle intese tra le forze politiche di maggioranza”.

La collocazione internazionale ed europea dell’Italia

Poi Conte passa a spiegare i punti principali su cui è stato incentrato il colloquio con Mattarella.”Con il presidente della Repubblica abbiamo parlato della fase impegnativa e delicata e delle sfide che ci attendono e di cui sono consapevole – spiega – così come sono consapevole di confermare la collocazione internazionale ed europea dell’Italia”.

In quel riferimento chiaro alla collocazione internazionale ed europea pare scorgere la volontà del Capo dello Stato di mettere al riparo l’Italia dai fan dell’antieuro che potrebbero far capolino nella compagine di governo e sui quali, forse, Conte dovrà mettere un argine.

Il breve intervento di Conte prosegue con il riferimento all’intesa che potrebbe portarlo a Palazzo Chigi. “Il contratto su cui si fonda questa esperienza rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento degli italiani. Lo porrò a fondamento dell’esperienza di governo nel pieno rispetto delle prerogative del presidente della Repubblica e della Costituzione. Voglio dar vita a un governo dalla parte dei cittadini”.

Bilancio europeo, della riforma del diritto d’asilo e del completamento dell’unione bancaria

“Il governo – prosegue – dovrà cimentarsi da subito con i negoziati in corso sui temi del bilancio europeo, della riforma del diritto d’asilo e del completamento dell’unione bancaria: è mio intendimento impegnare a fondo l’esecutivo su questo terreno costruendo le alleanze opportune e operando affinché la direzione di marcia rifletta l’interesse nazionale”.

L’avvocato difensore del popolo italiano

Infine il riferimento al suo lavoro. Come a rimarcare la distanza tra lui e il mondo dei politici di professione. “Sono professore e avvocato, ho perorato cause di varie persone e ora difendo l’interesse degli italiani in tutte le sedi Ue e internazionali dialogando con le istituzioni Ue e con gli altri Paesi mi propongo di essere l’ avvocato difensore del popolo italiano”. Battuta che ha ricevuto la replica quasi immediata dell’ex segretario Pd Matteo Renzi: “Buon lavoro al Presidente incaricato Conte. Egli si è proposto come l’avvocato difensore del popolo italiano: noi ci costituiamo parte civile. Parte civile per verificare se realizzeranno le promesse della campagna elettorale. E parte civile nel modo di fare opposizione”.

Buon lavoro al Presidente incaricato #Conte. Egli si è proposto come l'avvocato difensore del popolo italiano: noi ci costituiamo parte civile. Parte civile per verificare se realizzeranno le promesse della campagna elettorale. E parte #civile nel modo di fare opposizione.

— Matteo Renzi (@matteorenzi) May 23, 2018

 

Il video della dichiarazione del premier incaricato

L'articolo Conte premier incaricato: “Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano” proviene da Democratica.

Usa: 10 impiegate McDonald's 'molestate'

In otto stati donne lamentano ritorsioni e anche licenziamenti

Gb: jihadista 'puntava' George, in aula

Simpatizzante Isis aveva preso di mira principino e supermarket
❌